[youtube http://www.youtube.com/watch?v=viGGCDuCpF8&rel=0]

Qual è la cosa più importante in assoluto? …IL BENESSERE!!!

 

checkpratica per riequilibrare le emozioni

checkpratica per riallineare e rinforzare la struttura

checkpratica per forticare i muscoli posturali e la muscolatura interna

checkesercizi sulla respirazione

checkriequilibrio energetico

checkcrescita di energia

checkYiquan / Da Chen Quan

checkTaiJi QiGong

checkTaiJi Quan principi essenziali

checkBagua principi essenziali

checkXin Yi principi essenziali

 

Il corpo è fatto di energia/elettricità che determina la vitalità, la reattività e la dinamicità dell’individuo. Dobbiamo essere consapevoli di ciò che significa benessere per diventare abili alchimisti.
Negli ultimi anni sono aumentate le malattie psicosomatiche, è venuto meno il contatto e la voglia di alimentare il proprio essere, la propria anima; sempre meno le persone sono affascinate dalla conoscenza del proprio sé e dalla scoperta della bellezza e del contatto con la Natura.
Il primo passo per uscire dall’ansia e riprendere il controllo e il contatto con se stessi è la meditazione, l’ascolto e l’auto osservazione; solo sucessivamente si inizierà con pratiche più avanzate; “ascolto” significa cercare di comprendere le proprie azioni ed emozioni “non con la mente”, ma con il “sentire”, riprendere contatto col corpo, con le emozioni e i desideri per capire chi siamo, superando le barriere emozionali e ombrose.
La prima fase quindi non è di alchimia ma è prettamente di sensibilità, di imparare nuovamente a conoscere noi stessi prendendo confidenza con il proprio corpo.
Osservare il momento vissuto, la scena delle azioni giornaliere, come se succedessero a qualcun altro, distaccatamente, giudicarsi da soli, obiettivamente e senza preconcetti, ma solo vedendo ciò che facciamo e non ciò che crediamo di fare, vedere le azioni e non il pensiero d’azione, e di conseguenza meditare sulle emozione che hanno dato vita a quel tipo di atteggiamento. Quindi…perchè ho fatto questa azione? Era davvero ciò che sentivo di fare? E se non era ciò che volevo fare, allora perché l’ho fatto? L’importante è imparare a conoscersi e capire ciò che si vuole. Bisogna ritrovare un buon rapporto con noi stessi.

yiquan1

yiquan2

Vedere dall’esterno o dal più profondo nucleo e non personalizzare con le proprie emozioni e idee quel che ci accade, perchè le idee e i preconcetti sono relativi, cambiano a seconda dello stato in cui si è nati e della classe sociale in cui si vive e sono quindi fittize, influenzabili da fatti esterni e illusori, non rappresentano minimamente il nostro vero “essere”, il nostro vero “nucleo”, il nostro “spirito”, il nostro “io”, sono solo idee di “giusto o sbagliato” che giudichiamo a secondo della formazione culturale del paese d’appartenenza ma non sono necessariamente le idee e i pensieri di un anima pura e incondizionata dalla “mente”, e anche le emozioni sono dei sentimenti vissuti al momento scaturiti da un fatto e non rappresentano ciò che davvero siamo.

[youtube http://www.youtube.com/watch?v=i2IrBDr5VBY&rel=0]

Proviamo semplicemente a guardare le cose come se non si avesse alcun legame con esse; per esempio il motivo per cui si soffre a causa di depressione e ansia è che a volte ci si identifica con esse e difatti si dice: “sono depresso”…e anche se potrebbe essere corretto dal punto di vista verbale, è errato se davvero crediamo col cuore di “essere depressi” perchè in realtà non si è depressi; ad essere precisi si potrebbe dire che “in questo momento sto attraversando una fase di depressione”. Non bisogna identificarsi con l’emozione. A volte guardandosi dall’esterno si potrebbe vedere di quanti problemi inutili spesso ci facciamo peso.
Voi non siete la vostra depressione, voi VIVETE l’emozione ma NON SIETE l’emozione.
Le emozioni per la medicina cinese sono correlate all’equilibrio degli organi e alla teoria dei cinque elementi; noi quindi viviamo le emozioni ma non siamo l’emozione, e quindi ascoltare il nostro corpo è importante per comprenderlo e ritrovare uno stretto e amorevole contatto con esso.
Il cuore è un organo potentissimo che può sprigionare tanto amore da riequilibrare tutto l’essere, imparare a comprenderlo è importante per un taoista, buddista e per tutti coloro i quali vogliano percorrere una strada evolutiva.
La B.Y.T.C. (Beijing YiQuan training Center) propone lo studio di “mezzi” di tradizione millenaria come lo Yoga e il QiGong adibiti a sconfiggere le barriere dell’ego e le problematiche emozionali, per creare il “sorriso interiore” e scendere nel profondo dell’anima. La pratica che più riteniamo importante è quella dell’YiQuan YangShenGong che servirà da “base” per tutto il percorso “taoista”.

[youtube http://www.youtube.com/watch?v=uGUhNhx4gdw&rel=0]

Può darsi che la contentezza sia dentro di voi in questo istante, ma aspettate un po’ e le cose cambieranno; non durerà: non dura mai; prima o poi le cose cambiano, di continuo, cambiano sempre, questione di ore, mesi o anni, le emozioni sono mutevoli ma il nostro “io” rimane sempre lo stesso e il nostro nucleo siamo “noi stessi”, siamo davvero noi. Il lavoro del saggio è arrivare al proprio nucleo e uscire dal circolo emozionale.

yiquan3

Il saggio vive le emozioni pienamente senza però identificarsi con esse e sa bene qual’è il suo “centro”, il suo “io”, conosce la sua vera identità.