CORSO DI MASSAGGIO TAOISTA (tecniche di manipolazione e QiGong per terapeuti)

I corsi partiranno da febbraio 2017, con sede in diverse città italiane. Sono previste due giornate di stage intensivo dalla mattina alle 9 fino alla sera alle 18.

Milano: 4 e 18 febbraio
Torino: 4 e 18 marzo
Novara: 1 e 8 aprile
Napoli: 6 e 20 maggio

Il maestro De Santis durante 20 anni trascorsi continuativamente in Cina, non solo ha imparato le tecniche taoiste di NeiJiaQuan (“Arti Marziali Interne” che sviluppano il “Qi” quali: il TaiJiQuan, l’Yiquan e il WinChun) e la lingua cinese mandarina e cantonese, ma ha costituito anche un vasto bagaglio tecnico e di cultura cinese e pratiche del benessere. Il massaggio Taoista fa parte di questo bagaglio.

Cos è il Qi ?

Secondo la medicina tradizionale cinese (MTC) tutto esiste e si manifesta attraverso il Qi. Il Qi è vibrazione ed energia manifesta, tutto ciò che esiste è permeato di Qi.

Nel corpo umano la malattia si manifesta quando il Qi interno è in disequilibrio, questo nasce dal conflitto tra le diverse intelligenze che governano il nostro agire (in primis l’intelligenza della testa, della pancia e del cuore, che spesso non lavorano in sintonia, queste tre forze costituiscono i centri che nella MTC vengono chiamati DanTian superiore, medio ed inferiore) ed anche dalle cattive abitudini, sia posturali che alimentari e di pensiero.

Il pensiero e le emozioni influenzano la postura come la postura influenza le emozioni ed il pensiero, concetto che oggi la medicina occidentale torna a considerare nel quadro generale di salute e malattia del singolo individuo.

Nel corpo umano la parte materiale si anima, si riscalda, si muove, si attiva e lavora per mezzo del Qi. Esistono diversi tipi di Qi organici:

Wei Qi: Qi difensivo, prodotto dal Fegato e distribuito dal Polmone. È la qualità difensiva del Qi, che impedisce alle energie esterne di penetrare nel corpo e di provocare malattie. È la forma di Qi piu’ superficiale. Essa riscalda ed irrora la superficie.

Ying Qi: Qi nutritivo, che nutre e ricostruisce, strettamente lagato allo Xue (Sangue), è
piu’ interna e piu’ legata a fattori emotivi e turbe degli Organi. 


YuanQi: Qi Ancestrale, è l’aspetto piu’ Yang del Jing del Cielo
Anteriore, quell’energia che attiva tutti i processi del corpo. Viene spesso paragonata ad una specie di “fiamma pilota” che attiva tutti i processi metabolici dell’organismo. È esauribile, ed il suo esaurimento coincide con la durata della vita.

GuQi, TianQi: “Qi della Valle” e “Qi del Cielo”. Il primo è risultante dall’assorbimento degli alimenti, il secondo proviene dal respiro. L’unione dei due consentirà al Cuore di produrre Xue, il Sangue.

Zong Qi:
Qi del Petto, regola le funzioni organiche a livello del petto (respiro, battito cardiaco, ecc.)

Tutte queste qualita’ di Qi vengono dette Zheng Qi, o Qi Autentico, per contrapporle allo Xie Qi, il Qi Perverso, aspetto energetico di quelle forze esterne che cercano di penetrare il corpo umano per causare malattie.

Come scorre il Qi nel corpo?

La MTC si basa sul concetto dei meridiani (Jing), canali che trasportano il Qi così come i vasi e le arterie trasportano la linfa ed il sangue in tutto il corpo.
Attraverso le “cattive abitudini” o i traumi subiti i meridiani si possono ostruire, influendo sul corretto funzionamento degli organi: vengono infatti associati ad un particolare organo, e si dividono in cinque meridiani
yin e cinque meridiani yang, più altri due meridiani “regolatori”, quindi in tutto dodici.

Attraverso l’allenamento del qi gong terapeutico il praticante corregge eventuali disequilibri di yin e yang nel proprio corpo per armonizzare il flusso di qi nei meridiani, fino ad arrivare attraverso l’alchimia (neija gong) ad aumentare e a trasformare la propria energia interna.
Esistono aiuti esterni che il praticante può sfruttare: l’arte dell’agopuntura come anche il massaggio Taoista agiscono sui meridiani e  seguendone i percorsi, riequilibrano gli eventuali “troppo pieni” e “troppo vuoti”.
Il praticante di qi gong nell’esecuzione del massaggio Taoista può utilizzare la sua conoscenza della “bio-macchina energetica” (corpo umano) per comprendere i disequilibri della persona trattata ed aiutarlo attraverso le tecniche manipolatorie.
In Cina la maggior parte dei massaggiatori praticano il qi gong, le mani sono piene di energia e le pressioni non sono date solamente dalle dita ma anche dal Dantien, quindi è l’intero corpo del massaggiatore (in fase yang, attiva) che si armonizza con quello del ricevente (in fase yin, passiva).

Per informazioni e domande inerenti il Corso di Formazione Massaggio Taoista contatta lo Staff BYTC alla pagina FB cliccando qui