• TUTTI devono essere tesserati (per il “legge/CONI” anche chi partecipa alla lezione di prova dovrebbe comunque iscriversi; il tesseramento è la porta d’ingresso alla pratica delle discipline promosse dalla BYTC, se non si è tesserati non si può varcare la porta che mostra le pratiche BYTC) !!!
  • Il tesserato ha il diritto di ricevere un istruzione corretta e se ha delle lacune di essere aiutato a superarle
  • Il tesserato ha il DOVERE di PARTECIPARE ad ESAME di FINE ANNO; l’ esame serve per valutare sia l’alliveo (ed aiutarlo nella sua pratica, senza giudicarlo, ma con lo solo scopo di aiutarlo a eliminare i difetti di pratica che rischia di portare avanti nel tempo, l’esame serve anche a valutare il lavoro svolto dal Istruttore sul allievo: se un istruttore ha il 100% dei suoi allievi con difetti e incomprensioni, significa che il problema sta anche nell’Istruttore. Attraverso l’esame si vede anche se l’istruttore ha fatto giocare gli allievi, anziché insegnargli le vere tecniche della scuola).
  • Lo STAGE di Aprile serve per conoscersi tutti (istruttore A con istruttore B e allievi di A con allievi di B) quindi è consigliata la partecipazione di TUTTI i tesserati, è una delle poche occasioni per conoscersi tutti e migliorare insieme.
  • L istruttore ha la possibilità (attraverso la sua sensibilità) di “modificare a seconda degli studenti” il programma BYTC, quindi può adattare le lezioni in base al gruppo che si è formato nella sua palestra e alla persona che si trova davanti durante le lezioni private, MA NON DEVE ASSOLUTAMENTE bruciare le tappe per dare il “illusione” agli allievi (che invece devono rispettare i tempi giusti di pratica); l’esame di fine anno, serve anche a verificare il lavoro dell’Istruttore e la costanza dell’allievo. IL PROGRAMMA ANNUALE CHE SI PORTA ALL’ESAME SERVE A CREARE DEI PALETTI DI “CORRETTA VIA” : quindi se per questo anno si ha l’esame del “zhanzhuang di primo livello”, l’istruttore potrà anche insegnare altro (non troppo distante dal programma da portare all esame; non quindi “zhanzhuang di nono livello” se all’esame dovrà portare il zhanzhuang di primo livello”) ma dando appunto più importanza alla preparazione di ciò che si porterà all esame, quindi in questo caso, al “zhanzhuang di primo livello”
  • Chi decide di percorrere la via professionale può iscriversi al CORSO ISTRUTTORE, che non è solamente un corso di specializzazione per chi “vuole saperne di più),  ma è un corso di formazione professionale e di COLLABORAZIONE ATTIVA con la BYTC. partecipare alla formazione significa avere delle responsabilità molto serie, perché si “porta avanti” il “progetto di diffusione” alle “arti Interne” rappresentando il nome della BYTC.

 

Regole Morali

  1. Non bruciare le tappe per far piacere a se stessi o per far sentire meglio gli allievi
  2. Non prendere in giro gli allievi
  3. Essere coerenti con se stessi e con gli allievi
  4. Se non si sa fare TuiShou perché si è più propensi alla terapia non bisogna spacciarsi per grandi combattenti ma essere sinceri con gli allievi e sfruttare al meglio le proprie qualità (stessa cosa per chi è più propenso al TuiShou e meno alla terapia)