Casa del Massaggio e Spiritualità

Casa del Massaggio e Spiritualità

QiGong e Massaggio. L’Importanza di crescere ed evolvere, praticare su noi stessi e darci amore.

  • Noi esseri umani siamo davvero strani: brancoliamo nel buio con uno sguardo intelligente. Lavoriamo diligentemente solo per evitare la noia. Lavoriamo per comprarci vestiti più belli per andare dove ? Al lavoro ! Lavoriamo per comprarci una macchina più veloce (anche se il limite è lo stesso per tutti) per andare dove ? Al lavoro ! E arriviamo col tempo a “vivere per lavorare” portando ogni nostra attenzione al lavoro ..fin dalle elementari fino all’università veniamo “allevati” come “carne da lavoro” e il sabato sera ci hanno insegnato a sfogare tutte le nostre frustrazioni in discoteca trasformandoci in esseri con il primo Chakra impazzito come delle bestie senza una “consapevolezza superiore”Il primo Chakra infatti oltre al essere il centro della sessualità è anche la base di tutti gli altri Chakra …anche il Chakra più spirituale ed evoluto ha le sue radici nel Primo e se per stress da società il Primo è incontrollabile e disconnesso…beh…è quasi impossibile avere un puro sviluppo spirituale.Dall’amore alla frequentazione degli amici agli aperitivi, in palestra coi colleghi, ai corsi di Yoga, al parco a fumare marjiuana, ai ristoranti vegani con gli amichetti “pacifisti” che parlano male dei carnivori assassini… spesso tutti questi “rapporti” sono solo metodi escogitati dal cervello (e dall’ego) per evitare la noia dell’anima vuota che ci divora lo stomaco e quindi, ci fa partecipare ad “eventi speciali” con altri simili, solamente per non confrontarsi con se stessi ma credere di essere importanti per il gruppo di appartenenza scelto; partecipi di un qualcosa e importati per qualcuno. Si pensa di seguire la moda facendo la cosa giusta sentendosi superiori di chi vive in un altro modo e con un altro stile di vita e di pensiero. “è più facile mettere l’attenzione fuori dal proprio corpo e cercare un esperienza strana convincendosi di poter crescere in questo modo anziché guardarsi dentro nel profondo di se stessi e imparare a conoscersi, sconfiggendo i proprio demoni e alimentando le proprie doti”. Il potere divino che può salvarti l’anima è all’interno di te stesso…non lo troverai mai all’esterno ne tantomeno te lo daranno gli amici del bar.Solo lavorando su te stesso puoi fare come Pinocchio che da burattino di legno è riuscito a trasformarti in Uomo. Solo lavorando su te stesso puoi sfuggire al Gatto e la Volpe capendo la vera natura della Città dei Balocchi.

“Non sapete che il vostro corpo è tempio dello Spirito Santo che è in voi e che avete da Dio, e che non appartenete a voi stessi? Infatti siete stati comprati a caro prezzo. Glorificate dunque Dio nel vostro corpo!” (1Cor 6,19-20 ).

Questo 31 ottobre ad Hallo-ween ci siamo sentiti tutti molto pagani, radicati alla madre terra e alla tradizione antica, dissacranti verso gli spiriti che dominano la notte e ribelli alla vita mentre in verità poveri noi, siamo stati come al solito marionette delle multinazionali che ci comprano in ogni istante…comprano le nostre idee e gestiscono il nostro portafoglio e le nostre destinazioni serali. Ma a noi ci piace cadere in questi giochetti perché cosi’usciamo dalla monotonia quotidiana (sempre imposta dalle istituzioni che ci governano) e fra poco più di due mesi quando sarà Natale, torneremo invece tutti quanti “fratelli cristiani” pronti a festeggiare la nascita di Gesù con la famiglia, mostrando la nostra faccia migliore e aspettandoci tanti regali da Babbo Natale e continuando “inconsapevolmente” ma con piacere, a nutrire il consumismo imposto sempre dalle multinazionali che ci controllano in ogni cosa. Poi arriverà San Valentino dove saremo tutti più romantici e sensuali e ci faremo regali d’amore sentendoci in una fiaba ottocentesca, andremo in palestra a fare arti marziali cinesi con il kimono pulito per sentirci dei “monaci taoisti” e personaggi di un film di Bruce Lee o ci alleneremo al Krav Maga sentendoci dei duri da film di Rambo o dei militari dei corpi speciali israeliani. Mangiamo vegano (spesso tutti ortaggi e frutta “ogm”, quotati in borsa e spinti tantissimo dai governi) sentendoci migliori degli altri carnivori assassini senza però badare che per fare i microcip del cellulare l’america disbosca ogni giorno le foreste per il materiale del microcip (disbosco = uccisioni di migliaia di specie viventi) e usiamo la carta igenica tutti i giorni che come pochi sanno, arriva per il 90% dalle foreste del Canada dove c è una disboscazione spaventosa (disboscazione per la nostra carta igenica) sempre col risultato di morte animale …per non parlare di chi attacca i carnivori e poi va in giro con le scarpe in pelle o si trucca con prodotti testati su animale (e succede anche per le medicine) …cambiamo pelle ogni mese perché di fatto siamo tristi e depressi, senza identità e nella vita sappiamo solo lavorare e distrarci…o almeno ci hanno insegnato solo a lavorare e a distrarci ma una via di fuga forse la puoi trovare …una speranza esiste, dell’antica Cina (che non ha ucciso i suoi Santi Salvatori ma anzi, ha imparato da loro come evolvere per diventare come loro) arriva a noi il QiGong e l’arte del massaggio taoista come risposta di un mondo ci “blocca qualsiasi dote artistica e divina” non permettendoci di “illuminarci” per trovare la salvezza dell’anima, la tua vita è una sola, non farti ingannare, ti insegneremo e ti aiuteremo a ritrovare te stesso e a diventare finalmente padrone della tua vita.

In questo mondo non c è posto per l’ignoranza, dobbiamo essere forti e reagire e per reagire, dobbiamo avere una spina dorsale forte e creatrice di energia. Se non puoi praticare il QiGong perché non hai tempo di dedicare ore della tua giornata alla meditazione YangShenGong allora almeno dedica una o due ore alla settimana al tuo corpo facendoti un massaggio. Devi sapere che il massaggio ti cambia la vita e non ti rilassa e basta, no, il massaggio oltre a rilassarti ti rende anche più forte e consapevole.

Il massaggio è un’arte sottile che può aiutare la connessione col proprio cuore e col proprio animo attraverso il rilassamento profondo di tutta la muscolatura e di tutto il sistema nervoso che troppo spesso nella società moderna a causa del forte stress, irrigidisce il corpo e non permette all energia di scorrere liberamente ma anzi, blocca l’armonia naturale “sezionando” la struttura non permettendo di sentire la vita divina che si trova nel suo interno. Anche un lieve tocco cosciente nel punto giusto da parte del massaggiatore sul ricevente, può stimolare il sistema nervoso parasimpatico e risolvere i blocchi emozionale repressi o tenuti rinchiusi nei “nodi energetici” o nelle “tensioni muscolari”, a volte basta un lieve tocco per cambiare l’essenza della vita. Il massaggiatore che esercita il Massaggio Taoista non è un mago o uno stregone, la sua maestria e capacità si fonda su abilità tecnica, amore e intenzione cosciente; esso fornisce le condizioni ottimali per favorire il recupero psico-fisico, inducendo un senso di estremo benessere nel ricevente; se il tuo corpo sarà rilassato e sciolto significa che lavorerà in armonia con tutte le altre aree del corpo e se lavora come una “unità” (sciolto e collegato) e non più a “sezione” (teso e scollegato), allora significa che da solo potrà auto-rigenerarsi e auto-guarirsi perché quando un corpo umano è in “asse”, ha un innato potere auto terapeutico formidabile (questo “potere” si viene a perdere proprio quando arrivano i “blocchi” causati da incidenti fisici o emozioni forti e quindi lavorando sui “blocchi” e “nodi” si ridà vita al pieno potenziale della nostra “macchina biologica”, un potenziale che dono guarigione e longevità).

Il Massaggio Taoista è quindi ovviamente molto consigliato ma come nel TuiShou marziale a volte ci sono praticanti che non amano esercitarlo perché disapprovano il “confronto fisico” con un’altra persona (spesso hanno paura del confronto per non mettersi in gioco), anche nel massaggio ci sono persone che non riescono a rilassarsi e diventare “riceventi yin” (il massaggiato infatti deve solo distendersi e ricevere senza nessun tipo di azione yang) perché a disagio in quanto timidi …in questo caso il massaggiatore dovrà essere più sensibile e rispettare il pudore e timidezza del ricevente per portarlo a distendersi soprattutto mentalmente per poi esercitare il vero e proprio massaggio alchemico…alchemico perché crea alterazioni e trasformazioni strutturali….trasformazioni che fungono da base per un nuovo inizio. Nuova struttura energetica = nuova consapevolezza = nuove qualità psicofisiche = nuove sensazioni = nuovo stile di vita = trasformazione iniziata
articoli correlati
Formatore Massaggio Taoista
Massaggio Taoista e NeiJia Quan
Massaggio TuiNa

 

Massaggio Tuina Taoista

Massaggio Tuina Taoista

Massaggio taoista e QiGong nella vita quotidiana: il concetto di benessere nel corso degli anni ha subito numerose modifiche e ampliamenti che hanno condotto ad una visione più ampia e completa di questo  termine; il significato di benessere non è più incentrato solo sull’idea di assenza di patologie che inducono a malessere e tristezza ma è invece considerato come uno stato complessivo di buona salute fisica, psichica e mentale. Una visione “punto cardine” di molte discipline e correnti di pensiero filosofico con recenti conferme in campo medico-scientifico.

Comunemente il benessere viene percepito come una condizione di armonia tra uomo e ambiente, risultato di un processo di adattamento a molteplici fattori che incidono sullo stile di vita. Non sta bene solo chi è fisicamente sano ma chi è sano anche mentalmente e “spiritualmente”. La “spiritualità” assume uno spazio importante all’interno di una visione sana della vita. Ma se la mente ed il corpo sono tesi, questa spiritualità farà fatica a sbocciare perché è come il seme con un gran “dna” e grandi possibilità di crescere e dare buoni frutti, che però non cresce perché piantato in terre aride, ventose e secche. Il nostro spirito per manifestarsi ha bisogno di un corpo e una menta sana e sciolta.
Se stai bene la mente non è chiusa ma anzi è aperta e sciolta, libera da ogni preconcetto e piena di connessioni neuronali che portano ad una corretta visione del mondo, visione non egocentrica ed individualista ma oggettiva ed universale. Allo stesso modo se la mente è serena anche il corpo con la sua muscolatura sarà armonico e sciolto, capace di “spostare” la mente e l’anima nella spazio spendendo meno energie possibili per utilizzarle in qualcosa di creativo e concreto, se si sprecano energie in paure e pensieri inutili allora significa che la mente è utilizzata in modo non funzionale ma anzi, diventa cosi un “blocco” ed il nostro più grande “nemico”.
Secondo la MTC e come conferma anche l’attuale Bioenergetica, questi blocchi mentali si condensano anche nella muscolatura (tesa la mente e tesa la muscolatura) creando problemi alla respirazione, alla postura e alla struttura in generale quindi in questo caso la mente, diventa un “cane che si morde la coda”.
La mente quindi è importantissima e va educata, è il primo fattore da “curare” o meglio, è il primo la prima essenza da “istruire alla vita” e la saggezza taoista in questo proposito, ci dona la conoscenza del QiGong, tecniche energetiche millenarie che usano proprio la mente come madre creatrice di questa trasformazione metafisica.

A cosa può servire il Massaggio Taoista ?
Se ancora non sappiamo “auto guarirci” con la pratica del QiGong possiamo andare da un bravo pranoterapeuta e massaggiatore che attraverso il suo “tocco cosciente” del massaggio taoista, potrà gestire dall’ “esterno” la nostra struttura e lavorando sullo scioglimento dei nodi energetici e delle contratture muscolari, andrà ad influire di conseguenza anche sulla nostra mente che come sappiamo è strettamente legata ad ogni punto del nostro corpo.

La mente influenza il corpo come il corpo influenza la mente. Tutta la nostra macchina biologica è gestita dalla mente e una mente sana ha vita cosciente e longeva in un corpo sano.
Se non è la mia mente che dall’interno andrà a lavorare sull armonizzazione dei meridiani per farmi vivere felicemente e a lungo, allora sarà la mente di un altra persona che attraverso la sua esperienza del massaggio taoista, userà il suo Qi e “tatto cosciente” per manipolare la mia struttura e quindi liberarmi da ogni “spazzatura” facendo cosi un perfetto lavoro di “drenaggio linfatico manuale” e liberando tutte le tossine negative ed inutili nel mio corpo. Là dove ci sarà squilibrio, disconnessione, nervoso, eccesso di Yin, eccesso di Yang, riduzione della circolazione linfatica e stagnazione energetica il massaggio taoista potrà sicuramente essere di aiuto.

Asse Centrale nel TaiChiChuan (TaiJiQuan)

Asse Centrale nel TaiChiChuan (TaiJiQuan)

Asse centrale: nel corpo non esiste asse retta senza asse curva…il curvo e`elastico solamente se comprende il retto.
E’quando l`asse centrale diventa curva che puo`parlare di arco, esplosivita’e armonia, se l’asse centrale rimane tesa non s puo’in alcun modo esprimere i particolari Fali del TaiJiQuan !
Se si allena l’asse centrale stando solamente in tensione e distendendo la spina dorsale verso l’alto non si esercita un lavoro completo, la spina dorsale del “gatto” e del “drago” la si allena con la torsione elastica del retto..il retto dona forza al curvo come il curvo dona energia al retto..i pali stanno immobili e non si adattano all`atmosfera circostante …nel TaijiQuan (TaiChiChuan) bisogna adattarsi all’avversario…con lo Yang si e’Yin e con lo Yin si e’Yang..adattarsi alla vita e alle situazioni che il divino Tao ci propone nel corso della nostra esistenza restando centrati e radicati..saldi all’asse centrale che si modella alla natura circostante.
Allineando l`asse centrale, (il canale centrale che alcuni praticanti utilizzano per la strutturazione della Kundalini) i Chakra potranno unirsi attraverso l allineamento delle vertebre e delle membra ma durante un incontro marziale od un evento straordinario (non ordinario) della vita, l`asse centrale ovviamente andra`a modellarsi e conformarsi…e`stupido quindi pensare che durante la forma del TaiJiQuan (che rappresenta il cambiamento repentino della vita) bisogni stare sempre con l`asse del corpo dritta (distesa)…il corpo e`come una nuvola che si avvolge all`avversario…la schiena non puo`perennemente esser dritta e tesa …la spina dorsale dev`essere come una frusta e le braccia come delle ali dalle quali fuoriesce l`energia della pancia (la forza del DanTian)

Armonia nel TaijiQuan e nelle Arti Marziali Interne di origine taoista.
Non esiste armonia se non si comprende chi si e`.
L’Armonia esterna deriva dall’armonia interna, non e’un processo solamente mentale ma anche fisico-energetico.
Nelle discipline contemplative interne l’unione di cuore, spirito e mente sono le tre basi fondamentali (non i segreti ma le basi) dalle quai nasce il tutto (rappresentato dai trigrammi del BaGua) …per vivere serenamente con se stessi e riuscire ad applicare marzialmente i principi del TaiJiQuan e’importante trovare armonia interna e asse centrale (radicata)…ma se stessi chi? Bisogna quindi imparare a comprendere chi si e`davvero e cosa si vuole fare in quest esistenza cosi`particolare…una volta che le nostre forze saranno armonizzate tra loro anche i movimente esterni saranno aggraziati e precisi…se vi e’armonia il corpo si muovera con un “Unica Intenzione” al di la’dell’intelligenza del cervello, il sentimento del cuore e dell’istinto della pancia.

Armonia del tao

Armonia del tao

Il Taoismo riconosce una gamma di pratiche particolari e alchemiche come lo YiQuan e il TaiJi (con l’appoggio dello studio energetico) volte ad accrescere la spiritualità umana, in modo che l’uomo possa giungere felicemente all’armonia e all’unione con il divino, approdando dunque all’agognata sintesi spirituale che porta all’immortalità dell’anima.
Tra le abitudini taoiste troviamo il vegetarianesimo, simbolizzante soprattutto il rispetto della natura; la mistica sessuale, ovvero il vedere l’atto sessuale come un momento di congiunzione cosmica, un momento in cui viene messa in atto la più alta legge del Tao, l’unione di Yin e Yang, corrispondenti ai due sessi; la meditazione, esercizio volto alla liberazione della mente dai limiti del finito; il QiGong, pratica volta ad allineare il Qi umano con il Qi dell’universo; e infine lo Shili, una combinazione di movimenti e di respirazione dinamica che punta alla meditazione.
Il ritorno e la congiunzione con la Divinità si effettua attraverso il soffio che guida il movimento, quest’ultimo è un’interazione che conduce alla percezione dell’identicità tra il proprio corpo fisico e tutto ciò che gli sta attorno; il pensiero guida ma non interviene, c’è ma non c’è, è l’anima a rimanere attiva e a compiere l’estasi.
Queste tecniche sono volte a rendere ciascuno un uomo realizzato, in armonia con la natura, il Tao; servono a percepirlo e ad intravederne l’arcano.

Sifu Davide De Santis