Corso YiQuan per Istruttori

Corso YiQuan per Istruttori

Corso di YiQuan per Istruttori: se ti interessano le Arti Marziali Interne (NeiJiaQuan) e i Sistemi di Autoterapia Taoista (QiGong) la B.Y.T.C. ti propone il Corso Istruttore di YiQuan terapeutico e marziale.
Questo Corso di Formazione è dedicato a coloro che oltre a volere imparare per una propria conoscenza e crescita spirituale, desiderano anche insegnare e farne un vero e proprio lavoro.
 “imparare le arti interne è un duro lavoro su se stessi,
non è facile lo studio del proprio sé (corpo, mente, cuore, anima, spirito)
e la comprensione e manipolazione delle proprie energie.
Insegnare le arti interne ad altri appassionati è un lavoro ancora più grande
perché per insegnare chiaramente un “2” devi essere ad una comprensione perfetta di “10”.
E’ impossibile insegnare chiaramente un “2” se si è ad un livello “3” e si comprende a mala pena il proprio livello.
L’Insegnamento consente di approfondire,
l’ insegnamento pretende che tu abbia davvero la maestria di ciò che insegni” 
CORSO triennale per ISTRUTTORI YIQUAN BYTC :
Ogni penultima domenica del mese dalle 14 alle 18 fino a Maggio quando invece si farà tutto il giorno di pratica dalla mattina alla sera inserendo alla fine dell’anno anche il sabato. Sono minimo 45 ore annuali di pratica.
I corsi sono tenuti dal Maestro Davide De Santis caposcuola YiQuan BYTC
CALENDARIO anno scolastico 2016/17
23 Ottobre
20 Novembre
11 Dicembre
22 Gennaio
19 Febbraio
19 Marzo
16 Aprile
21 Maggio
18 GiugnoIl Corso YiQuan Terapeutico e Marziale ha un costo annuo di 800 euro pagabili anche in due rate, compreso di tesseramento socio all’associazione sportiva dilettantistica Beijing YiQuan Training Center che organizza il Corso e tutti i seminari inerenti le arti tradizionali taoiste.
Il primo anno si studieranno le basi fondamentali dell’YiQuan ovvero le diverse metodologie di ZhanZhuang (posizioni “statiche”), di ShiLi (che prende nel percorso taoista il significato di “sentire la forza dello Yi e del Qi scorrere nel corpo”, “movimenti lenti che insegnano la pienezza e favoriscono le connessioni”) e MoCaBu (spostamenti che si avvalgono di un QiGong che mette l’attenzione sui “passi”) che completano lo YangShenGong (tradotto come tecniche che “nutrono lo spirito e il corpo”).
Fino ad arrivare agli anni successivi per studiare il TuiShou (esercizi di coppia che possono essere sia marziali che di “controllo” della struttura) e il SanShou (applicazione dell’arte marziale); il terzo anno difatti sarà dedicato interamente all’aspetto marziale dell YiQuan e alle tecniche di NeiJiaGong che utilizzano l’Orbita Micro e Macro Cosmica, il Kan&Li e le circolarità dell’asse centrale.
Dopo i 3 anni di studio bisognerà superare un esame di verifica del lavoro svolto e se passato, si diventerà ufficialmente riconosciuti dalla Beijing YiQuan Training Center come soci Istruttori e sarà rilasciato un diploma di riconosciuto sia dal Coni a livello internazionale, che dalla Cina e dal tempio YangQing
Se vuoi informazioni in merito puoi mandarci una mail a info@yiquancenter.com oppure entrare nella pagina ufficiale BYTC di FB cliccando qui

 

YiQuan e libertà di movimento

YiQuan e libertà di movimento

Lo YiQuan non si muove seguendo solamente l’istinto “animale” primordiale che è insito nel praticante, non bisogna pensare che lo YiQuan sia muoversi “a caso”, spontaneamente e  senza regole perché lo YiQuan è uno studio severissimo sullo Yi ..l’istinto e l’intenzione di questa arte marziale sono da raffinare giorno per giorno con le tecniche di QiGong che lavorano sulle potenzialità illimitate dello Yi e quindi anche nella JianWu (danza libera) quando apparentemente si potrà pensare di muoversi senza regole in realtà si staranno seguendo tutti i principi interni del QiGong, la JianWu è un concentrato di principi messi insieme dal praticante.
Quando si vede la JianWu (danza marziale libera) praticata da un esperto di YiQuan, questa potrebbe sembrare un arte di “pazzi schizzoidi” per chi non è del settore, in quanto è piena di movimenti improvvisi e apparentemente senza senso alternati da momenti di calma assoluta, per altri potrebbe invece sembrare un “gioco di mani nell aria” che tutto è fuorché un arte da difesa personale; alcuni  marzialisti invece pensano che lo YiQuan sia facile da apprendere, pensano che basti muoversi come pazzi con scatti nervosi a casaccio e il gioco è fatto; nulla di più sbagliato, lo YiQuan io credo sia l’arte marziale interna più complessa che ci sia. Il movimento libero della danza JianWu dell’YiQuan non è del tutto libero, non è alla portata di un dilettante perché bisogna aver imparato prima i principi del ZhanZhuang e dello ShiLi base per poterli applicare in un contesto di studio di movimento nello spazio perfetto, bisogna infatti cercare di muoversi nello spazio usando tutti i principi “nascosti” nel ZhanZhuang, ShiLi e Fali per creare il movimento “perfetto” (Yin e Yang in equilibrio).

Spesso non si capisce nemmeno che è un arte marziale ma sembra solo di vedere un pazzo che si muove freneticamente come sotto dose di stupefacenti. Più di una volta mi è capitato di allenare la JianWu dell’YiQuan al parco di Milano e sentirmi chiedere “signore sta bene? vuole che chiami qualcuno?”
Insomma in pochi capiscono che sotto quei movimenti Apparentemente a casaccio c è sotto un lavoro molto duro, di anni di studio al QiGong. La danza (JianWu) dell’YiQuan è divisa in diversi livelli, ogni livello di JianWu è legato al livello di QiGong che il praticante sta esercitando o col ZhangZhuan o con lo ShiLi: apparentemente sembrano posizioni statiche o movimenti lenti simili tra loro ma quello che conta e che fa la differenza interna è ovviamente lo YiNian che la mente utilizza per influenzare il corpo; nell’YiQuan è difatti il TiWai che “trasforma” il TiNei (almeno nei livelli base), ovvero è l’esterno (la mente crea la visualizzazione “uscendo”) che influenza l’interno, interno ed esterno sono come Yin e Yang e devono fondarsi nel Tao per dare vita al Zhenti (qualità fondamentale che caratterizza le arti interne di origine taoista).

YiQuan a Milano

YiQuan a Milano

Può esistere il vero YiQuan a Milano?
Certamente!
Gli orari della Palestra (in zona Arco della Pace) sono:

LUNEDI 18/19:30
GIOVEDI 18/19:30
SABATO 14/17

In una metropoli affollata (anche se mai quanto le metropoli asiatiche) dove tutti sono di fretta e furia dietro al lavoro, alla spesa e al mutuo può esistere un arte tradizionale taoista intatta e di sani principi come lo YiQuan? Può esistere lo YiQuan oppure lo YiQuan a Milano non ha speranza di sviluppo perché un taoista è lontano da tutto ciò che si lega al capitalismo e alle multinazionali (che appunto vanno contro il pensiero filosofico di Confucio)? Ebbene la volontà dei milanesi va oltre il condizionamento di alcune società che sfruttano il bisogno del lavoro e inducono il cittadino a dedicare la vita alla ricerca di un “occupazione” e arriva a condensare la volontà e accrescere la propria consapevolezza attraverso le pratiche millenarie dell’antica cinese, con l’YiQuan QiGong e il TuiShou marziale.
In realtà lo YiQuan a Milano può tranquillamente esistere e anzi, può essere un aiuto a tutte le persone che combattono per l’indipendenza spirituale, lo sviluppo e la crescita personale; lo YiQuan è un arma contro lo stress ed è anche un ottimo sistema per la difesa personale (sia per la difesa da nemici e sia per attacchi influenzali e ti tipo psicosomatico)…lo Yiquan ci aiuta ad aumentare la consapevolezza e quindi, ci aiuta a vivere meglio.
Lo YiQuan e il TaiJiQuan della B.Y.T.C. sono un tocca sano, che aumenta le difese immunitarie perché irrobustisce il corpo e rafforza la mente.
I corsi medio-avanzati si tengono il sabato pomeriggio alle 14 puntuali in zona Arco della Pace (per info sulla palestra chiama il maestro De Santis al 3489927713)
anche se non sei un medio-avanzato dell’YiQuan potrai eventualmente partecipare alla lezione sfruttando la prima fase di allenamento (che appunto affina e ripassa le basi fondamentali di volta in volta del Zhanzhuang e dello Shili)
Altrimenti c’è un gruppo base il lunedi e il giovedì dalle 18 alle 19:30 da poter provare.


In Palestra a Milano in fasi di scambio TuiShou (Push Hand), la palestra è anche ottima per allenamenti tranquilli di Taiji e QiGong.


L’allenamento al tempio ci connette direttamente con le forze sottile che hanno dato nascita a queste discipline


Il Taiji e lo Yiquan devono diventare una pratica quotidiana

YiQuan e Taiji Difference

YiQuan e Taiji Difference

Tanti pensano che ci sia differenza di stile tra YiQuan, Taiji Quan, BaguaZhang e XinYiQuan mentre invece per come hanno insegnato a me, non ci sono differenze tra questi “stili”..la base di tutto è lo YiQuan (che si avvale del QiGong YangShen) e poi, dopo aver riempito il corpo avendo ottenuto ciò che viene chiamato ZhenTiLi (finalità suprema del YangShen) si inizierà a studiare come portare la forza del “nuovo essere” in determinati punti della macchina biologica per creare mutamenti e bilanciamenti interni per un repentino sviluppo psicofisico…qui nasce il TaiJi che applicato marzialmente diventa TaiJiQuan ..per fare il TaiJi è necessario aver creato l’Orbita Micro e Macro Cosmica…gradino superiore al ZhenTiLi ! Si studierà poi l’intenzionalità nel risolvere i problemi alla nascita studiando lo XinYi e ci si aprirà mentalmente al concetto degli 8 trigrammi del Bagua arrivando alla comprensione dei mille mutamenti…Gli stili interni sono un percorso di uno stesso programma e non sono in conflitto tra loro…la forza a spirale (Bagua) la si studia dopo aver creato lo Yin e lo Yang (TaiJi) che a sua volta si studia dopo aver appreso la pienezza dello YangShen (YiQuan) ..marzialmente abbiamo l’opportunità di difenderci con le doti fisiche che la “nuova mente” (differente visione del mondo per allargamento ed espansione di coscienza) ha creato nell’essere materiale. Quando si trasforma lo stato energetico del sistema materiale cambia anche la forma e la risposta che questa forma avrà alle stimolazioni esterne …il Micro Cosmo risponderà al Macro Cosmo su principio del Tao in quanto l’organismo sarà diventato spirito santo (connesso all’energia suprema della matrice) …quindi vivrà consapevolmente senza contrastare ma seguendo la “via corretta” (degli eventi) del QuanDao.

NON FORMA e TaijiQuan

NON FORMA e TaijiQuan

Cos’è la non forma del TaiJiQuan? e dell’YiQuan?
E’ vero che il TaiJiQuan nasconde una forza misteriosa?
Esistono “segreti” velati all’interno dei movimenti della “forma” del TaiJiQuan della B.Y.T.C.?
Molte persone sono davvero convinte che il TaiJiQuan sia solamente una danza lenta per il benessere degli anziani…senza nessuno scopo spirituale e la minima validità marziale.
I micromovimenti che condizionano la struttura interna, il potere mentale e quello spirituale non vengono compresi da chi paragona il TaiJiQuan ad uno sport da combattimento o una ginnastica dolce.
Ma perché c’e’ tutta questa incomprensione sulla filosofia che ha dato origine a questi movimenti? La non forma deriva dalla non azione della vera azione cosciente, è quando diventiamo un tutt uno con la forchetta ed inforchiamo la zucchina che vogliamo mangiare accecati dalla fame ….siamo connessi e smossi dal “sistema” naturale delle cose… vicini alla non forma dell’azione perché la mente non è concentrata su come prendere la forchetta in mano, con che tecnica impugnarla, sul tipo di materiale cui è composta o su che parte della zucchina è meglio affondare le punte facendo un analisi dettagliata della dimensione e peso dell’ortaggio….è l’istinto della non forma che deriva da uno studio precedentemente imparato, che ci porta all’azione della non forma ..ma per imparare la non forma della non azione della vera azione ci vogliono anni di meditazione …perché si trascende la sostanza stessa della forma …ma la mente non può meditare serenamente se i Chakra non sono bilanciati e quindi prima di meditare e creare il vuoto spaziale…bisognerà ripulirsi da tutto lo “sporco” infilato nel corpo (origine dell’inquinamento dei Chakra) e solo poi si potrà iniziare a comprendere la staticità della mobilità, la mobilità nella staticità e l’oblio dell’esistenza del non essere sostanza di luce.
Attraverso alcuni video del Maestro D Santis cercheremo di far chiarezza sui principi della non forma del TaiJi

Ma da dove arriva questo tipo di TaiJiQuan …perché non ne hai mai sentito parlare? Perché credi di conoscere tutto? Davvero tutto ciò che c’è da sapere sulle arti cinesi è già arrivato in occidente? Siamo sicuri che in Asia non esistano altri tipologie di Kungfu a noi sconosciute?