YiQuan ZhanZhuang Corso Istruttori

YiQuan ZhanZhuang Corso Istruttori

Cosa è il ZhanZhuang ? Tutti lo praticano ma pochissimi sanno come davvero si pratica perché per millenni lo YiNian del ZhanZhuang QiGong è stato nascosto anche a moltissimi praticanti cinesi di kungfu.
Dopo WangXiangZhai queste tecniche sono però diventate più alla portata di tutti perché alcuni suoi allievi (non tutti) hanno deciso di insegnare non più ad esperti marzialisti come aveva deciso Wang ma alla massa (quindi anche a novizi e “non maestri”) aprendo scuole commerciali con tanto di sito web ecc ma comunque sia…da bravi cinesi non hanno insegnato davvero tutto, il maestro De Santis per comprendere cosa sia davvero il ZhanZhuang ha passato 20 anni in Cina, girato centinaia di maestri commerciali (con scuole) e non-commerciali …da chi aveva il sito web ed era disposto ad insegnare a chiunque e a chi era sulla montagna da solo a praticare senza cellulare e si sapeva della sua esistenza solo per “sentito dire”, il maestro De Santis ha imparato la lingua e studiato con decine di allievi del GM WangXiangZhai e dopo anni di “gavetta” è stato introdotto al vero YiNian HuoGong del ZhanZhuang di WangXianZhai e al metodo completo dello YiQuan.

Ieri 23 ottobre 2016 è iniziato il Secondo Corso Istruttori del metodo di YiQuan B.Y.T.C.
Come primo anno saremo impegnati a studiare tutto il programma dello YangShenGong (“nutrire lo spirito”) per creare il ZhenTiLi (“corpo unico”) ed quindi andare avanti con le tecniche di NeiJia con una forte struttura di base.
Programma 2016/17

  • ZhanZhuang
  • ShiLi
  • MoCaBu

Molti pensano che il ZhanZhuang sia una “tecnica statica” dove basti aspettare in posizione “perfetta” (calcolando le angolature) per riuscire a ricavarne “passivamente” qualche beneficio; il ZhanZhuang non è un aspettare che qualcosa succeda. Se fosse cosi, anche una persona con tutti i meridiani bloccati ed ostruiti potrebbe con una posizione esterna o esteticamente corretta, diventare un Santo esperto di alchimia ma ovviamente non è cosi semplice. In 20 anni di ricerche ho capito che dentro il ZhanZhuang (che comunque è una posizione medica che favorisce l’apertura di alcuni meridiani) c è un lavoro di QiGong molto complesso che si chiama YiNian HuoDong, si tratta di un minuzioso e preciso lavoro di visualizzazione che permette di allenare la mente e risvegliare un tipo di Qi diverso da quello che c era prima all’interno della macchina biologica, la visualizzazione sarà quindi in grado di permettere al corpo di rispondere all’esercizio con delle connessioni che creeranno:

  • 1 unione (soprattutto attraverso i meridiani) tra testa, mani e piedi
  • 2 attivazione del ” moto del corpo unico” (ZhenTiLi)
  • 3 un nuovo motore fisico (si inizierà a comprendere il DanTian)
  • 4 un nuovo stato di consapevolezza
  • 5 una nuova energia
  • 6 un corpo del tutto diverso da quello che avevamo prima

Per questo il ZhanZhuang è alchimia pura.
Ogni posizione di ZhanZhuang ha circa 36 visualizzazioni e assolutamente non devono essere praticate a caso o per sempre; ogni visualizzazione difatti ha un suo tempo minimo e massimo per essere allenata prima di passare alla successiva.
Il ZhanZhuang non è assolutamente una tecnica dove la mente sta ferma e priva di alcuno lavoro.
Il ZhanZhuang è il lavoro più complesso che io abbia mai visto fare in Cina e credo la BYTC sia l’unica scuola in occidente che possa davvero fornire un addestramento completo dalla A alla Z di questo tipo di pratica che rientra nel ramo dello YangShenGong e del NeiJiaGong.

Il ZhanZhuang oltre alla salute, al benessere psicofisico e alla crescita spirituale può servire alla pranoterapia e all’Arte Marziale Interna difatti nell’antica Cina il ZZ era sia la base di tutte le arti interne taoiste e sia rappresentava il segreto della “forza” di queste arti.

se vuoi seguirci anche su Facebook clicca qui per entrare nella pagina ufficiale della BYTC

XinShen TaiJiQuan

XinShen TaiJiQuan

Siamo consapevoli del fatto che il TaijiQuan stile XinShen non sia conosciuto in occidente ma non per questo vogliamo mutare l’originalità di questo sistema classico eo chiamarlo con altri nomi per renderlo più commerciabile o comprensibile al pubblico. In antichità c’era uno stile chiamato Ruan Quan che poi, per casualità di eventi, venne classificato sotto il sacro simbolo del Taiji.
Di TaiJiQuan (il Quan stà per marziale) ne nacquero poi di diversi tipi con diverse “forme” ma la cosa strana è che i maestri del passato, non trasmessero a tutti i loro discepoli il motore (essenziale per comprendere cosa si stà facendo) che dà origine a questo sistema di movimenti fluidi ed esplosivi ma soltanto la “forma esterna” (eseguita senza alcuna conoscenza sulle basi del QiGong e la medicina cinese).
Nel nostro metodo, insegniamo le basi del TaijiQuan (lo chiameremo cosi solo per essere più diretti ma il sistema tradizionale si chiama solo Xin Shen Quan e non TaiJiQuan – lo XinShenQuan è una variazione storica del Ruan Quan) attraverso lo studio del QiGong e solo quando il corpo e la mente del praticante saranno forgiate dall’essenza della mente permeata dall’energia vitale si potrà crea la forza spirituale, insegneremo la forma che porta alla non forma ..la forma è l’ABC del sistema ..una volta imparato l’alfabeto, una volta imparate le parole, una volta imparato a leggere un libro complicato (la Forma prestabilita del Taiji XinShenQuan) si potrà allora formulare concetti personali basati su idee proprie (si crea quindi la non forma dello XinShenQuan, una parlata libera incondizionata dai testi ma seguente la stessa lingua).

Per quanto mi riguarda, lo YiQuan è molto affine allo XinShenQuan perché il fondatore, grande maestro WangXiangZhai, aveva disprezzo per il TaijiQuan della sua epoca, proprio perché riteneva aver perso tutto il significato intrinseco dell’arte esoterica cinese. Master WangXiangZhai divulgo il motore di sviluppo per la forza interna, per creare la non forma e trascendere l’essenza stessa della forma (per forma si intende non solo un serie di movimenti marziali ma anche la forma mentale dell’individuo). Lo XinShen non è un sistema commerciale, è rimasto invariato da secoli ..io sono il primo che lo ha importato in occidente e fuori dal monastero e quindi non mi stupisco se la gente non lo riconosce e non lo trova su youtube..
I monaci che mi hanno istruito allo XinShen Quan erano molto amici di diversi allievi del maestro WangXangZhai; fù la figlia di Wang e l’amico Ting (mia guida spirituale dell’epoca) ha presentarmi al templio e raccomandarmi a Guan (mio primo maestro di XinShen).

6th Level Pushing Hands B.Y.T.C. System

6th Level Pushing Hands B.Y.T.C. System

6th Pushing Hands: La B.Y.T.C. si avvale dell’ YiQuan classico per creare il ZhenQi (attraverso gli esercizi di YangShenGong) e solo dopo aver ottenuto questa  struttura voluta dall’Yiquan che il praticante può accedere allo studio della Forma del XinShenQuan  e i suoi metodi applicativi di TuiShou (Push Hands, Spinta delle Mani). Lo YiQuan insegna a muoversi istintivamente grazie alla consapevolezza ottenuta dai movimenti dello ShiLi e del Fali e apparentemente non sembrerebbe avere nulla a che fare con la Forma del XinShenQuan (sorta di TaiJiQuan) perché mira alla non-forma mentre apparentemente lo XinShenQuan, visto che insegna la Forma sembrerebbe mirare alla Forma.  I realtà anche la Forma del XinShen è utilizzata per trascendere la Forma e costruire la Danza libera; la Forma del XinShen è un insieme di Shili che creano una sinfonia armonica, un concerto prestabilito che aiuta l’ improvvisazione artistica. Nel metodo di TuiShou della B.Y.T.C. abbiamo ai primi posti lo studio del Push Hand classico dell YiQuan diviso in diversi livelli e poi (dopo aver imparato l’YiQuan classico) quelli del XinShenQuan anch’essi divisi in diversi livelli (da fare uno alla volta). Nei primi livelli di TuiShou troviamo quelli adibiti alla sensibilità e allo studio della pienezza della struttura e al radicamento, poi ci sono quelli più marziali con le entrate e le spinte fino pian piano arrivare all’utilizzo di proiezioni (classiche del TaijiXinShen), colpi speciali, uscite laterali ed esercizi semi-distaccati del XinShenQuan Gli esercizi semi-distaccati del TuiShou XinShenQuan sono divisi in livelli; in questo video eseguiamo il sesto livello di XinShenQuan Pushing Hands (ovviamente da non esercitare, se non fatto prima gli altri livelli base-fondamentali, altrimenti diviene una sorta di semi rissa inutile che non insegna un bel nulla forchè il nutrimento dell’ego)

[youtube www.youtube.com/watch?v=Q_Oj5m3CgyQ&rel=0]

Prima di iniziare il TuiShou bisogna esercitare molto bene il Zhanzhuang e tutto il programma YiQuan…solo con un ottimo YiQuan si potrà accedere allo studio del XinShenQuan Lee