Spesso vengo chiamato da “amici-maestri” per allenare i loro allievi o istruttori con il Tuishou o Chisao, i maestri sanno che sono sempre pronto ad aiutarli e possono contare quindi su di me, siamo come una grande famiglia e ci si aiuta a vicenda; in questo caso sono da un mio Sifu nel sud Cina per aiutarlo, mi chiede di applicare 4 pressioni particolari esercitando solo 3 entrate o colpi per testare l’abilità dei suoi Istruttori che stanno facendo un “esame”, in Cina gli “esami” non sono teorici ma pratici, anche quelli che faccio io!
Questi due ragazzi durate l’esame col loro maestro (e mio Sifu) sembrano essere molto capaci di gestire le forze yin yang e i vari mutamenti di pressione quando praticano assieme tra di loro ma appena “scambiano” le braccia con me in effetti vengono presi da alcune difficoltà e diversi problemi di gestione del proprio corpo. Appena applico le 4 pressioni principali con le 3 entrate differenti (di pressioni in tutto ce se sono 21, ne uso solo 4 perché Sifu ha deciso cosi’ per il loro “esame”..stesso discorso per le “entrate”) loro vanno subito in difficoltà perché gli blocco (“disattivo”) tutto il loro “saper usare la forza dell’avversario”. Io uso una “forza” (pressione) diversa da quella che sono abituati a sentire e quindi “sentire”, “sviare”, “intercettare” e “colpire” per loro diventano improvvisamente abilità difficili da mettere in pratica (come appunto pensava già il loro maestro) …il giorno dopo questo esame però, dopo ore passate a riflettere per la completa “sconfitta” sono tornati totalmente cambiati (internamente) e porgendomi il “braccio” (il “corpo” e loro stessi) in modo differente e riuscendo a superare questa “prova” alla perfezione.
Ed è questo il bello del TuiShou ..basta cambiare cuore e intenzione per avere un risultato del tutto differente, il primo giorno dell’esame con quelle 4 pressioni basilari li avevo messi in estrema difficoltà ma è bastato un giorno di riflessione da parte loro per farli tornare del tutto diversi, con delle nuove braccia,  un nuovo cuore, una nuova intenzione e una nuova consapevolezza.