Le tecniche per l’uscita dal “corpo fisico” e il “ viaggio astrale ” sono ricercate da alchimisti di tutte le filosofie e religioni di matrice esoterica di tutto il mondo

Ma se una persona è squilibrata e in disarmonia con se stessa (i suoi “chakra” non sono armonici e il suo Qi non scorre fluido nell’organismo) non potrà mai sperimentare realmente e in completa naturalezza questa esperienza che, anche se spacciata e “venduta” come “tecnica magica” è invece una qualità dell’essere davvero alla portata di tutti …ma pur quanto “semplice” e naturale è comunque difficilissima da realizzare in quanto i “mostri” che offuscano la mente, il cuore e l’ego del praticante, rendono la persona vittima di se stessa e schiava di una meta, di un traguardo da raggiungere con la “Forza” (volere dell ego) e quindi con la “non-naturalezza” dello sviluppo naturale dell’essere. In realtà queste “facoltà” sono “normalissime” ma se il praticante con la mente piena di mostri vuole accedere con la Forza a queste qualità, potrebbero succedere guai grossi, sempre meglio affrontare queste “esperienze” con un cuore sereno e un “corpo/mente” preparata e avendo ancor meglio al proprio fianco una guida esperta.
Se ti liberi dalla libidine e dai pensieri ossessivi del sesso (che controllano il 90% delle tue azioni) e controlli quindi i “Chakra Inferiori” nutrendo con la loro energia i “Chakra Superiori” e quindi, riesci a rendere puri i tuoi pensieri dentro un corpo armonico e sano (dove il Qi fluisce correttamente in tutti i meridiani senza abuso o disarmonia), l’uscita dal corpo diventerà una conseguenza del tuo benessere e non più un esperienza da raggiungere con fatica (attraverso una “tecnica”) e come fosse un traguardo…non avrai più bisogno della “Forza” per arrivare a questo e quando ci arriverai sarà tutto naturale e tranquillo; sarei preparato.
Le posizioni per raggiungere lo stato adatto alla fuoriuscita sono diverse e necessitano lo studio dello Shili perché è sempre lo Yi che muove il Qi e di conseguenza il corpo astrale al di fuori del “corpo fisico”…le posizioni sdraiate sono come stare in piedi volando (figura 2) e quindi completamente “rilassato” il corpo deve avere però un gran movimento di Yi e Qi nel suo interno. Se non si comprende lo YangShenGong sarà difficile entrare nella “situazione” adatta al “decollo”. Come nello ZhanZhuang il corpo è fermo ma lo Yi è in movimento.